HANNO ARRESTATO MATTEO MESSINA DENARO!

Mafia divieto di transitoMinchia, u’ pigghiaru finalmente! Hai visto? Hai visto? La smetterai col tuo disfattismo da Siciliano cinico, adesso? Le cose possono cambiare, smettila con sta’ storia della irredimibilità!

Si, lo so, lo avevano in pugno tante volte, a Bagheria, a Castelvetrano, a Palermo, potevano arrestarlo prima, ma che te ne fotte oggi? Lo hanno preso, questo conta! 

Hai visto, hai visto? Lo Stato c’è, mica chiacchiere e distintivo come diceva Al Capone/Robert De Niro in The Untouchbles! Hanno accolto l’appello di Roberto Saviano, hanno deciso di combatterla sul serio la mafia, si vede che il nuovo Governo fa le cose e le fa in fretta, c’è Alfano ministro degli Interni, ma che, babbìi? Già lo ripete sempre come un mantra che con lui vengono arrestati i grandi latitanti, ora va’ sentilu… Tutto merito suo, perché, che ci vuoi dire? 

Hai visto, hai visto? Mi affiorano ricordi, quasi mi commuovo, anche perché ero un ragazzo. Tu non so dov’eri, forse a casa a studiare per prepararti ed andartene dalla Sicilia alla prima occasione, ma io ero lì, in mezzo alla ressa, fuori dalla Cattedrale! Ci ho sempre creduto io, mica come te. Quando Scalfaro e i politici stavano per essere linciati dalla folla inferocita, ai funerali dei poliziotti morti in via d’Amelio, io c’ero. E c’ero a San Domenico, ai funerali di Falcone, e piangevo mentre Rosaria Costa diceva quelle parole, e c’ero a Santa Maria di Marillac al funerale di Paolo Borsellino, a piangere silenziosamente in un’atmosfera surreale per la morte del mio eroe civile. 

Hai visto, hai visto? C’ero anche quella mattina, a gennaio, nel ‘93. Me li ricordo bene quei momenti, sai? Ero in corso Vittorio Emanuele, davanti all’ingresso della biblioteca regionale, dove andavo a studiare. Come? Dici che in realtà, piuttosto, andavo a cazzeggiare? Che espressioni volgari che usate, voi cinici disfattisti. E poi, anche fosse? A vent’anni si deve pensare solo a studiare?  Stavo fuori dal bar Ventimiglia, parlavo con una ragazza che mi piaceva un sacco, degli appelli di Diritto Privato e di Storia Moderna. Lei diceva che avrei preso 30, io le rispondevo che era più facile che arrestassero Totò Riina. Una battuta come un’altra, buttata lì per dare il senso del paradosso. Passa qualche minuto e arriva un amico: “oh, picciotti, hanno arrestato Totò Riina”. “Se vabbè”, faccio io, “è il 15 gennaio, mica il 1 aprile. Ripassa tra due mesi e mezzo per il pesce d’aprile”.  E di lì a  pochi minuti, un via via di sirene, elicotteri, la voce che corre per tutta la città, l’aria di festa spontanea, l’euforia per un evento tanto atteso. 

Hai visto hai visto? Adesso che hanno preso anche lui, puoi proprio togliertela quella tua solita faccia da scettico. Alla fine abbiamo ragione noi sognatori. Non sono morti per niente i nostri eroi.

Hai visto hai visto? Se ho visto che giorno è oggi? Ah si, è il 1 Aprile… 

Basilio Milatos © Riproduzione riservata

Annunci

2 pensieri su “HANNO ARRESTATO MATTEO MESSINA DENARO!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...