IL TRENO IN CORSA

treno in corsaFermati, siediti, mettiti comodo. Il treno è in corsa, va sempre più veloce, sembrava avesse rallentato un attimo e lo hai preso al volo. Lo hai rincorso con affanno, ora sei stanco, vorresti che tutto rallentasse, fino a fermarsi, il tempo di rifiatare.

Fermati, siediti, guarda il finestrino, mettiti comodo, guarda fuori. Respira. Guarda dritto, guarda indietro, guarda avanti. Guarda le tue Verità, non importa che ti sembrino contraddirsi. Sono le tue, anche se in un attimo può cambiare la prospettiva e allora ti sembra di non ritrovarle più.

La Verità sembra così elementare e invece è così complessa, qualche volta. Tu sai: hai detto bugie, ma non sei un bugiardo.

Sei stato infedele in amore, ma non sei un traditore. Non sei fedele neppure a te stesso, ma non tradisci mai i tuoi ideali, gli amori, gli affetti, gli amici. Fughe momentanee, forse: abbandoni mai.

Hai sbagliato strada infinite volte, ma non sei un vagabondo.

Ti sei fatto male, con stolta e autolesionistica insistenza, ma ami disperatamente la vita.

Non hai mai amato la solitudine, ma è capitato che abbia dovuto abbracciarla. E hai capito che sfuggirla non serve.

Hai detto tante volte ora basta, ma poi hai sempre continuato.

Hai detto tante volte chi se ne frega e invece ha continuato a fregartene, eccome, e tu a sbatterti e a pagare i prezzi che tutto ciò comportava, se necessario.

Hai cercato l’equilibrio, come i trapezisti che vedevi al circo da bambino. Ma loro rimanevano sempre in piedi, sulla corda, come per magia, forse quello, davvero, era equilibrio sopra la follia, ma ce la facevano sempre, loro; tu invece no.

Forse potevi essere più rigido, qualche volta, forse più coerente: l’unica coerenza che hai sempre avuto è alla tua incoerenza. Oscillazioni e sbandamenti, euforia e disperazione, energia, stanchezza, paesaggi di passaggio sopra questo treno in corsa, trionfi di natura, desolazione di natura. Errori, rimorsi, rimpianti, pentimenti. E Amore, dato, preso, buttato, inseguito, sfuggito. E intanto continui a guardare attraverso quel finestrino, il treno non si ferma, rimane sempre in corsa.

Hai amato, lo farai sempre, come puoi, come sai. Ad una donna, hai detto poche volte ti amo, ma quando lo hai detto era sempre Verità Assoluta. Conosci solo l’Amore come unica salvezza, l’unica forza che ti rende migliore. Sempre e ancora lontano da quel che vorresti, ma migliore.

Basilio Milatos © Riproduzione riservata

Annunci

4 pensieri su “IL TRENO IN CORSA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...