DIECI ANNI

Dieci anni di voi.  Dieci anni di vita. Per voi, dal punto zero. Per me, un nuovo inizio. Qualcosa che non ha cancellato il resto, ma ha cambiato il senso di tutto. E i miei occhi. Voi avete cambiato il modo in cui guardo il mondo, Dio, le stelle, la vita, l’amore, me stesso. Dieci…

L’ANSIA DI ESSERE AMATI

Tutti sempre lì, presi dall’ansia di essere amati, dal terrore di non esserlo mai. Di non esserlo più, oppure, la variante peggiore: di non esserlo mai stati veramente e di avviarci un giorno, più o meno lontano, al crepuscolo senza conoscere davvero quella fiamma, la principale se non l’unica, che rende una vita davvero degna di…

HO CERCATO TE

Ho cercato te quando non sapevo il tuo nome, il tuo volto, neppure se da qualche parte davvero esistessi. Ho cercato te perché sei diversa. Dalle altre, da tutti, da me. Ho cercato te perché la purezza della tua anima, forse, avrebbe reso puro anche un essere dalle mille contaminazioni come me. Ho cercato te…

LETTERE

Vecchi cassetti. Nuovi assetti. Oggetti che hai avuto intorno per anni e lustri, ormai ignorati, invisibili. Segni di epoche diverse, di vite che sono passate, che passano. Ricordi che scivolano via, verso il nulla. Finché non salta fuori qualcosa a riportarti indietro. Un giorno decidi che hai bisogno di un nuovo ordine. Di mettere via…

INTANTO, VIVERE

(Da oggi, inauguro su Cosedentroefuori una sezione dedicata agli Scampoli di Pensieri. Testi brevi che ho pubblicato in passato su Facciunsalto.it…) Provare. Riprovare. Sbagliare, indovinare, correggere, inveire, mollare, anzi no: insistere. Imparare, dimenticare, imparare ancora. E ancora. Fallire. Accorgersi che invece è un successo, o forse no, o chi se ne frega. Si. Ma anche no. Divertirsi.…

MAL DI GRECIA

Quello d’Africa è più conosciuto. Ma il mio è un altro: soffro del mal di Grecia. Ogni tanto si sopisce, non si fa sentire per qualche mese, poi, infingardo, torna a colpirmi all’improvviso, a tradimento. Mentre sono preso da tutt’altro, in un normale e normalmente grigio e routinario giorno qualunque, mentre lavoro, faccio conti, chiudo…

CONTENENTE E CONTENUTO

E’ una vecchia storia. La prima volta me la spiattellò davanti agli occhi una cara amica tanti anni fa, credo in uno dei nostri giri notturni in auto, a parlare di massimi e minimi sistemi. Improvvisamente, mi guardò e mi disse qualcosa del tipo: “tu tendi a essere contenente. Ma non contenuto“. All’epoca, ad un…